Albero della macedonia

L’amicizia che lega la Comunità ecclesiale di Sant’Angelo di Milano all’Albero della Macedonia.

E' l’inizio del 2010 quando un amico della nostra comunità ecclesiale, ispiratore di  idee e progetti innovativi, promotore appassionato di  nuovi percorsi di crescita in umanità, ci parla  dell’Albero della Macedonia illustrandone i valori fondativi e proponendoci di affiancarne il cammino. Abbiamo, quindi, via via, approfondito la conoscenza dell’Albero della Macedonia e il dialogo con i componenti di questa nuova realtà: comunità interetnica di famiglie accoglienti  (nata da un progetto della cooperativa di solidarietà sociale Comin  e inaugurata il 30 ottobre 2010,  a Monticelli Pavese), composta da coppie cristiane e musulmane e i loro figli, che hanno deciso di vivere insieme e contestualmente di sperimentare  un’esperienza di affido a favore di ragazzi e bambini che, per varie vicissitudini delle loro famiglie d'origine, sono nella necessità di trovare una quotidianità di vita affettuosa e attenta ai bisogni della loro crescita..

Questo progetto si fonda sui valori del dialogo, della solidarietà, della convivenza possibile tra  culture e religioni differenti,  intese come  vie privilegiate per costruire la pace, e si rivela ben presto origine di un importante legame che unisce la nostra comunità ecclesiale e gli amici dell’Albero della Macedonia.

E' un legame che procede su ideali condivisi, sull’impegno a un sostegno reciproco che consenta a loro di non sentirsi soli nelle difficoltà quotidiane e a noi di non adagiarci nelle nostre più consuete e comode situazioni esistenziali.

Principi, riflessioni sull’accoglienza, sui rapporti interreligiosi che nei  nostri incontri in Sant’Angelo cercano elaborazione e concretezza,  lì all'Albero, di colpo sono resi vivi da persone ..adulti e bambini che nella vita vera di ogni giorno cercano di realizzare un progetto che incarna i valori della fraternità, del rispetto e dell’aiuto reciproci, di comunione di gioie e dolori, fatiche e tristezze.

Padre Cesare, anima della nostra Comunità ecclesiale (che intorno a lui si è costituita più di 40 anni fa)  ha detto, in un incontro agli inizi di questa esperienza: “Sono convinto che dai diversi rami de L’Albero della Macedonia nasceranno tanti e buoni frutti. E’ un dono che la nostra comunità possa essere partecipe e testimone di questo importante cammino.”

Ricordiamo negli anni (oltre alla festa di inaugurazione) incontri bellissimi, sempre animati anche dai giochi e dall’allegria dei bambini,  come quello del febbraio 2012 allargato anche ai rappresentanti della moschea di Casalpusterlengo, riferimento sul territorio per le famiglie musulmane. Insieme – in quella occasione - si è discusso a lungo sul progetto  che siamo stati ispirati a chiamare“Fienile dei Sogni”, immaginato come spazio sempre aperto, per accogliere chiunque desideri trovare una pausa per pensare, pregare, riposare ma anche un luogo per incontrare amici, ospitare convegni, attività della comunità dell'Albero aperte alla comunità di Monticelli.

Le difficoltà sopraggiunte, soprattutto economiche per l’allestimento della struttura, hanno poi portato a ripensarlo come “Tenda del Silenzio”, sull’esperienza che la Comunità di Sant’Angelo da molti anni realizza in settembre a Milano, alle Colonne di San Lorenzo: uno spazio spoglio, provvisorio dove il silenzio può diventare linguaggio universale, presupposto d'incontro, di ascolto e di confronto, di dialogo sempre possibile per dare una concreta testimonianza di Pace.

Molto partecipato dalla nostra Comunità è stato l’incontro “Insieme nelle diversità- Operatori di Pace nella quotidianità”, del 25 gennaio 2014, organizzato dall’Albero della Macedonia con la partecipazione  anche della Chiesa Valdese di Milano, i rappresentanti della Moschea di Casalpusterlengo e altri amici e sostenitori.

Nel giugno successivo, la nostra Comunità ecclesiale ha accolto le famiglie dell’Albero nel proprio incontro di  verifica annuale ed è stato un momento di vera condivisone e amicizia. 

Ora per l’Albero della Macedonia inizia un nuovo percorso: sono diventati  associazione Onlus e, inoltre,  dovranno spostarsi in una nuova sede

Hanno chiesto che due componenti della nostra Comunità diventassero soci fondatori; è un segno  di grande riconoscimento, ma anche un impegno per tutta la Comunità di Sant’Angelo ad essere vicino alle loro famiglie, ai loro ragazzi che crescono,  a camminare insieme.

LINK FRATERNITA' S.ANGELO